Amsterdam, Paesi Bassi

Zaffiro, diamante, 14ct, ciondolo in platino 12237-7379

 3.995,00 IVA incl. (ove applicabile)

Questo bellissimo ciondolo a grappolo Art Déco presenta al centro uno zaffiro di circa 1.20 ct, circondato da un alone di circa 1.20 ct di diamanti taglio Old Mine (classificato HI per colore e SI1 per purezza). È composto da una combinazione di oro 14k e platino.

Disponibile

Dettagli: ±1,20ct. zaffiro, ±1,20ct (HI SI1) diamanti taglio vecchia miniera, 14k, pendente in platino.
Spedizioni da una piccola impresa ad Amsterdam, Paesi Bassi.
Era del design: Art Deco (1915-1935).
Dimensioni: L 42 x H 3.5 x 1 cm.
Peso in grammi: 2.6.
Condizioni: ottime condizioni - leggermente usato con piccoli segni di usura.

Area di progettazione

Informazioni sulla zona

I gioielli Art Déco, noti anche come gioielli dell'età del jazz, divennero popolari negli anni '1920 e rimasero in voga fino agli anni '1930. Prende il nome dall'Exposition International des Arts Décoratifs et Industriels Modernes, una mostra tenutasi a Parigi nel 1925 che era in gran parte dedicata alle arti della gioielleria. Questo stile è stato ispirato da una varietà di movimenti culturali e artistici, come l'arte orientale, africana e sudamericana, così come il cubismo e il fauvismo. I gioielli Art Déco sono noti per le loro linee dritte e affilate e per l'enfasi sulla modernità e sull'età delle macchine.

Durante l'era Art Déco, ci furono miglioramenti significativi nelle tecniche di taglio dei diamanti, che resero i diamanti più radiosi e scintillanti che mai. Questo, insieme a una maggiore prosperità, ha permesso a più persone di permettersi gioielli con diamanti e anelli di fidanzamento. Inoltre, le nuove tecniche di fusione hanno permesso di produrre ambientazioni più complesse e dettagliate.

I gioielli Art Déco non erano solo alla moda, ma riflettevano anche i cambiamenti sociali e culturali dell'epoca. Il design audace e moderno dei gioielli Art Déco rifletteva la liberazione e l'emancipazione delle donne durante gli anni '1920 e '1930. Oggi, i gioielli Art Déco sono molto ricercati dai collezionisti e sono spesso presenti in mostre museali e aste di fascia alta.

Materiali

,

Informazioni sui materiali

Zaffiro

Lo zaffiro è un minerale a base di ossido di alluminio noto per i suoi bellissimi colori, tra cui blu, rosa, giallo, verde, viola e arancione.

La varietà più popolare di zaffiro è lo zaffiro blu, che ha un colore da blu medio a intenso e una forte saturazione. Lo zaffiro blu è in genere il più popolare e il più economico delle tre principali pietre preziose (smeraldo, rubino e zaffiro) ed è spesso utilizzato in una varietà di diversi tipi di gioielli, inclusi anelli, orecchini, ciondoli e bracciali. Gli zaffiri fantasia, disponibili in una varietà di colori diversi, sono spesso più rari e costosi degli zaffiri blu e sono apprezzati per i loro colori unici e belli.

Lo zaffiro è una gemma molto dura e durevole, con una durezza Mohs di 9 su 10, che la rende resistente a graffi e altri tipi di danni. Si ritiene inoltre che abbia varie proprietà curative ed è talvolta utilizzato nella medicina tradizionale e nelle pratiche di meditazione.

diamante taglio vecchia miniera

Il vecchio taglio da miniera è un tipo di taglio a diamante che era popolare nel 1700 ed era prevalente durante l'era georgiana e vittoriana. È simile all'odierno taglio a cuscino ed è caratterizzato da una cintura quadrata con angoli leggermente arrotondati, un'alta corona, un tavolino e un culetto largo e piatto.

I vecchi diamanti tagliati da miniera sono noti per il loro fascino e carattere antico e sono spesso utilizzati in gioielli in stile vintage. Hanno un aspetto più morbido e romantico rispetto ai moderni tagli a diamante, che tendono ad avere una geometria più precisa e un livello di brillantezza più elevato.

I vecchi diamanti tagliati da miniera sono in genere meno costosi dei diamanti con tagli più moderni perché richiedono meno manodopera e materiale per la produzione. Sono spesso usati come pietre d'accento nei design di gioielli o come gemma principale in pezzi in stile vintage. Nonostante il loro prezzo inferiore, i vecchi diamanti tagliati da miniera possono ancora essere belli e preziosi e sono una scelta popolare per coloro che apprezzano il fascino e il carattere unici dei gioielli antichi.

14k

L'oro 14k è una scelta popolare per l'uso in gioielleria perché è durevole, ma ancora relativamente conveniente rispetto agli ori di carati più alti come 18k o 24k. È composto per il 58.5% da oro puro ed è mescolato con altri metalli per renderlo più duro e resistente. L'oro 14k è disponibile in una gamma di colori, tra cui giallo, bianco e rosa, ed è comunemente usato in una varietà di gioielli come anelli, orecchini, collane e bracciali. Uno dei vantaggi dell'oro 14k è che è più resistente all'usura rispetto all'oro puro, il che lo rende adatto all'uso quotidiano. Tuttavia, è ancora più morbido di altre leghe come l'acciaio inossidabile o il platino, quindi potrebbe richiedere più manutenzione per mantenerlo al meglio. Nel complesso, l'oro 14k è una scelta popolare per coloro che desiderano l'aspetto e la sensazione dell'oro, ma a un prezzo più conveniente.

platino

Il platino è un elemento metallico bianco noto per la sua forza, durata e resistenza all'ossidazione e alla corrosione. Appartiene a un gruppo di elementi chiamati metalli del gruppo del platino, che comprende anche osmio, iridio, palladio, rodio e rutenio.

Il platino si trova spesso in natura come una lega, ovvero una miscela di due o più elementi. Può essere miscelato con altri metalli del gruppo del platino o con altri elementi come rame, nichel o cobalto. Fu solo nel 1804 che tutti gli elementi del gruppo del platino furono isolati e nominati, ad eccezione dell'osmio, che non fu isolato fino al 1841.

Il platino è un metallo molto pregiato che viene spesso utilizzato nella produzione di alta gioielleria. È malleabile, il che significa che può essere facilmente modellato e modellato, ed è duttile, il che significa che può essere trafilato in fili sottili o fogli. È anche molto resistente, il che lo rende adatto all'uso in un'ampia gamma di applicazioni.

Il platino prende il nome dalla parola spagnola "platina", che significa "piccolo argento". Si pensa che sia stato chiamato così per la sua lucentezza metallica bianca, che è simile a quella dell'argento. Il platino fu scoperto per la prima volta dai conquistatori spagnoli in Sud America, vicino al fiume Pinto nell'odierna Columbia.

Dimensioni

L 42 X H 3.5 x 1 cm

Sesso

Peso (in grammi)

2.6

Condizione

In aggiornamento…
  • Non ci sono prodotti nel carrello.