Amsterdam, Paesi Bassi

Anello demantoide, diamante, platino 14267-5111

 1.595,00 IVA incl. (ove applicabile)

Questo splendido anello di design Art Déco presenta una gemma demantoide di forma rotonda circondata da un alone di diamanti a taglio singolo, tutti incastonati in platino. Il demantoide è di circa 0.30 carati e i diamanti a taglio singolo sono di circa 0.15 carati.

Disponibile

Dettagli: demantoide ±0.30 ct, diamanti a taglio singolo ±0.15 ct, anello in platino.
Spedizioni da una piccola impresa ad Amsterdam, Paesi Bassi.
Taglia: 17.73 NL / 55.7 FR / 7½ US / O½ UK, considerevole (entro limiti ragionevoli. Contattare il venditore per informazioni).
Peso in grammi: 3.
Condizioni: ottime condizioni - leggermente usato con piccoli segni di usura.

Area di progettazione

Informazioni sulla zona

I gioielli Art Déco, noti anche come gioielli dell'età del jazz, divennero popolari negli anni '1920 e rimasero in voga fino agli anni '1930. Prende il nome dall'Exposition International des Arts Décoratifs et Industriels Modernes, una mostra tenutasi a Parigi nel 1925 che era in gran parte dedicata alle arti della gioielleria. Questo stile è stato ispirato da una varietà di movimenti culturali e artistici, come l'arte orientale, africana e sudamericana, così come il cubismo e il fauvismo. I gioielli Art Déco sono noti per le loro linee dritte e affilate e per l'enfasi sulla modernità e sull'età delle macchine.

Durante l'era Art Déco, ci furono miglioramenti significativi nelle tecniche di taglio dei diamanti, che resero i diamanti più radiosi e scintillanti che mai. Questo, insieme a una maggiore prosperità, ha permesso a più persone di permettersi gioielli con diamanti e anelli di fidanzamento. Inoltre, le nuove tecniche di fusione hanno permesso di produrre ambientazioni più complesse e dettagliate.

I gioielli Art Déco non erano solo alla moda, ma riflettevano anche i cambiamenti sociali e culturali dell'epoca. Il design audace e moderno dei gioielli Art Déco rifletteva la liberazione e l'emancipazione delle donne durante gli anni '1920 e '1930. Oggi, i gioielli Art Déco sono molto ricercati dai collezionisti e sono spesso presenti in mostre museali e aste di fascia alta.

Materiali

,

Informazioni sui materiali

demantoide

Demantoid è noto per il suo colore verde brillante e scintillante ed è molto apprezzato per la sua rarità e bellezza. È considerata una delle varietà di granato più rare e preziose, con alcuni esemplari di alta qualità a prezzi molto alti. Il demantoide si trova in alcune località in tutto il mondo, tra cui Russia, Stati Uniti e Madagascar. Viene spesso utilizzato in gioielleria di fascia alta, come anelli, ciondoli e orecchini. Demantoid è una gemma resistente con una durezza di 7 sulla scala Mohs, che la rende adatta per l'uso quotidiano. È anche resistente ai graffi e alle scheggiature, il che si aggiunge al suo fascino come pietra preziosa.

diamante a taglio singolo

Un diamante a taglio singolo è un tipo di diamante tagliato che era popolare nel 1300 ed è ancora usato oggi in alcuni gioielli antichi. È caratterizzato da una grande tavola, una cintura ottagonale e un culet (il bordo inferiore del diamante) che può essere appuntito o piatto. I diamanti a taglio singolo di solito hanno 18 sfaccettature, che sono piccole superfici piatte che vengono tagliate nel diamante per creare una forma specifica e migliorarne la brillantezza e la brillantezza.

I diamanti a taglio singolo sono generalmente di dimensioni più piccole e meno brillanti dei moderni tagli di diamanti, come i tagli a brillante rotondo o principessa. Sono spesso usati in gioielli antichi o come pietre d'accento nei design di gioielli moderni. I diamanti a taglio singolo sono in genere meno costosi dei diamanti con tagli più moderni perché richiedono meno manodopera e materiale per la produzione.

Nonostante il loro prezzo inferiore, i diamanti a taglio singolo possono ancora essere belli e preziosi. Sono una scelta popolare per i collezionisti di gioielli antichi e per coloro che apprezzano la bellezza senza tempo dei tagli vintage.

platino

Il platino è un elemento metallico bianco noto per la sua forza, durata e resistenza all'ossidazione e alla corrosione. Appartiene a un gruppo di elementi chiamati metalli del gruppo del platino, che comprende anche osmio, iridio, palladio, rodio e rutenio.

Il platino si trova spesso in natura come una lega, ovvero una miscela di due o più elementi. Può essere miscelato con altri metalli del gruppo del platino o con altri elementi come rame, nichel o cobalto. Fu solo nel 1804 che tutti gli elementi del gruppo del platino furono isolati e nominati, ad eccezione dell'osmio, che non fu isolato fino al 1841.

Il platino è un metallo molto pregiato che viene spesso utilizzato nella produzione di alta gioielleria. È malleabile, il che significa che può essere facilmente modellato e modellato, ed è duttile, il che significa che può essere trafilato in fili sottili o fogli. È anche molto resistente, il che lo rende adatto all'uso in un'ampia gamma di applicazioni.

Il platino prende il nome dalla parola spagnola "platina", che significa "piccolo argento". Si pensa che sia stato chiamato così per la sua lucentezza metallica bianca, che è simile a quella dell'argento. Il platino fu scoperto per la prima volta dai conquistatori spagnoli in Sud America, vicino al fiume Pinto nell'odierna Columbia.

Dimensioni

Sesso

Peso (in grammi)

3

Condizione

In aggiornamento…
  • Non ci sono prodotti nel carrello.